Intel Optane e che utilità ha

Gli accessori per il nostro PC fisso sembrano non terminare mai, ma generalmente si parla sempre di prodotti che possono renderlo più bello…ma per quel che riguarda la velocità? Tutto quanto ricade sulla lista dei componenti principali, non esattamente accessori. Se vogliamo un accesso rapido ai nostri dati, dobbiamo prendere una SSD. Di quel punto non vi è alcun limite di spesa. Più velocità in generale? E allora acquistiamo una CPU(vedi la guida per vedere parametri cpu) d’ultima generazione.

Intel Optane - Intel Optane e che utilità ha

Intel Optane

Ma l’Intel ha attualmente deciso di cambiare un po’ questo discorso, ormai da diverso tempo. Parecchi ancora ignorano la presenza di questo prodotto, capace di dare qualche deciso vantaggio alle prestazioni del nostro PC – che sia nuovo o meno, dipende da un sacco di fattori del quale parleremo a breve. Il suo nome? Optane Memory.

Iniziamo dalle basi: cosa fa l’Optane Memory? Diciamo che l’idea principale è quella simile ai vecchi co-processori d’una volta. E’ una schedina che va piazzata nella porta M.2 (solitamente dedicata ad alcuni modelli di SSD) e forma un ponte fra l’unità principale (che sia SSD o HDD) e la RAM. Secondo l’Intel quest’accessorio hardware è capace di aumentare esponenzialmente la velocità di trasferimento, soprattutto perché permette un peso maggiore di dati trasferiti al volo.

Intel Optane Ram?SSD?

Ma non lasciatevi ingannare…non è un nuovo tipo di RAM e non può essere utilizzata come una specie di SSD. L’Optane, come già detto, è una cosa completamente a parte: è un pezzo non vitale il quale unico obiettivo è quello di aumentare la velocità del sistema. Null’altro. Non costa parecchio (65 euro per una stick da 32Gb) e può essere senza dubbio molto utile se l’accesso al disco è elevato.

Ogni cosa ha comunque i suoi limiti, alla fin fine: per utilizzare una memoria Optane, la scheda madre deve essere compatibile e la CPU installata (ovviamente Intel!) deve essere della serie 7. Non potete usare la memoria Optane per accedere più velocemente a più dischi: si adatta solamente al vostro disco principale – che sia SSD o HDD – e passa i dati da lì.

In che occasione una memoria Optane diventa utile?

  • Se il vostro PC è relativamente nuovo e compatibile con le memorie Optane, investire in una piccola stick da 16Gb può essere un buon modo per potenziare il sistema. Questo è soprattutto utile se la vostra unità principale è una SSD basata su SATA, non PCI-E.
  • Se state costruendo un PC nuovo, ma volete risparmiare un po’ sull’acquisto d’una SSD o un HDD comprandone uno non velocissimo, l’Optane è un ottimo supporto. E’ anche particolarmente indicato per gli HDD, ma ricordatevi sempre il discorso sull’unica concentrazione di questa memoria: funziona solo attraverso l’unità principale. Non preoccupatevi nemmeno della velocità della memoria RAM…le Optane sono compatibili con tutte, basta che lo sia a sua volta la piastra madre.
  • Se il vostro PC è un ultimo modello con una SSD basata su PCI-E, la Optane non è ritenuto un acquisto immediato. Una composizione del genere è esageratamente potente, tanto da (probabilmente) non trarre alcun vantaggio da una memoria Optane. E’ invece un acquisto che va fatto più in là, quando la composizione comincia ad invecchiare e perciò a rallentare.

Quindi per concludere: un piccolo potenziamento per il nostro PC, a patto che sappiamo bene se è compatibile e se ne vale attualmente la pena. Di certo è un buon accessorio che può essere acquistato a qualche anno di distanza dall’acquisto d’un nuovo PC oppure come compagno ideale per offrire supporto ad un hardware più economico. Di regola è anche fornito in coppia ad alcune SSD, anche se sono esageratamente costose e molti ne sconsigliano l’acquisto proprio per questo motivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *