Home » Trucchi e software per Computer » HD » Formattare una penna USB

Formattare una penna USB

Di solito questa faccenda non è nulla di complicato, ma per quel che riguarda le penne USB (molto utili in caso di installazione di Windows da usb)…cosa succede quando è necessario formattarla? Sì, Windows può senza dubbio farlo in pochi click e non ci viene chiesto nient’altro…ma se vogliamo controllare tutti i dettagli necessari, ci ritroviamo con tantissimi aspetti. File System, unità di allocazione e tipo di formattazione…sono solo quei pochi aspetti che riguardano tutto ciò che parte dalle fondamenta della nostra unità USB. E forse anche di tanti altri dispositivi!

Formattare una penna USB

Se non avete mai visto di cosa trattano tutte queste informazioni, ecco qualche consiglio che possiamo darvi in ambito:

Cos’è un File System?

Essenzialmente è il modo in cui viene organizzata la composizione dei file all’interno d’un disco. Insieme a questo possono essere incluse funzioni come una protezione passiva contro la perdita dei dati, il supporto di comandi particolari, e così via. Guardiamo ora tutte le opzioni più particolari e disparate, e con cosa sono maggiormente compatibili:

FAT32

– Il File System più utilizzato nelle penne USB, probabilmente l’opzione di default che vedrai ogni volta che vorrai formattare una penna o una scheda SD. E’ considerato un File System sorpassato per quel che riguarda il resto, ma generalmente usato solo per evitare di sovraccaricare i dispositivi USB di funzioni inutili. Compatibile praticamente con tutto, dalle console ai Mac. Ha un limite di 4Gb di peso per file, non superare i 8Tb di dimensione totale.

NTFS

– Un File System creato dalla Microsoft per i loro sistemi operativi Windows a partire da XP. Non è compatibile con alcune console (solo l’Xbox One lo legge) e su MacOS non è possibile scrivere in NTFS, solo leggere. Standard per parecchi Hard Disk e SSD, aggiunge funzioni necessarie per il recupero dati e la memorizzazione di vari fattori necessari al ripristino. Considerata comunque molto vecchia e in urgente bisogno d’aggiornamento. Non ha limiti gravi di peso per file e supporta un limite di 16EB di dimensione totale.

exFAT

– File System creato quasi a compromesso, capace di supportare file più grandi rispetto al Fat32. Inoltre, può supportare fino a 64ZB di dimensione totale. Generalmente non viene usato su grande scala proprio perché l’unico vantaggio sta nella sua dimensione, non ha allo stesso modo varie utilità atte a recuperare dati o altro. Può essere letto dai sistemi operativi Microsoft e solo nelle versioni più recenti di MacOS. Linux non può leggerlo a meno che non viene installato un supporto. La compatibilità con le console è limitata, ma possibile.

APFS

– File System creato dall’Apple, una versione aggiornata che sta sostituendo il vecchio HFS. L’obiettivo principale è la criptazione dei dati e la protezione. Dedicato alle penne usb, SSD e componenti simili. Non ha particolari limiti di peso per file, supporta fino a 16EB di dimensione totale. E’ compatibile solo con i prodotti Apple, rendendolo così molto limitato.

HFS+

– Vecchio (ma non tanto) File System dell’Apple, senza un particolare limite di peso per file e 8EB di dimensione totale. Può essere letto da Windows con gli strumenti giusti, anche se solo in lettura. Linux e le console Microsoft possono leggere il File System HFS.

EXT

– File system creato principalmente per Linux, poi adottato anche su molti dispositivi mobile compreso Android (di cui in fondo è basato sempre su Linux). Non è compatibile con molti sistemi operativi, può essere letto sotto Windows con i giusti strumenti. Le console della Microsoft possono leggere il formato.

Cos’è l’MBR e il GPT?

Non rientra molto nel discorso delle penne USB, ma forse avrai notato quest’altro dettaglio attraverso un programma esterno. Generalmente l’MBR serve per indicare al PC cosa avviare, ed è uno standard a dir poco antico (nato nel 1983). Il GPT è invece una versione più avanzata, con compatibilità aggiunte alle nuove BIOS. Per questo, molte penne USB non riportano quest’informazione, anche se possono essere formattate in entrambi i modi.

Formattazione Veloce e Lenta?

Riguarda principalmente la sicurezza di rimuovere completamente i dati presenti nella pennetta. Con una formattazione veloce possiamo utilizzare subito la penna USB, ma alcuni dati sono ancora recuperabili. Con la formattazione lenta siamo assicurati che ogni cosa viene quasi completamente cancellata.

E cosa sono le dimensioni dell’unità di allocazione?

In parole povere, la dimensione massima che ogni file deve raggiungere prima di essere ridotto in altri pezzi (o cluster). Come normale utente non viene notato naturalmente, è utile lasciare quello standard per qualsiasi evenienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *