Come fare pubblicità su Facebook e quali errori si commettono

Moltissime sono le persone sulla Terra che ogni giorno si connettono a Facebook e che quindi possiedono un proprio profilo. Si tratta di uno dei social network più diffusi in tutto il mondo. Ed è per questo motivo che oggi, fare pubblicità su Facebook è uno dei modi migliori per farsi conoscere e per allargare la propria cerchia di clienti. Per riuscire in questo, è bene rivolgersi ai professionisti di AGENZIA FRE’ che da anni lavorano in questo campo. Ma vediamo insieme in che modo si può riuscire a sfruttare questo grande social network.

Come fare pubblicità su Facebook

Prima di iniziare è bene sapere che ogni azienda o brand ha la possibilità di promuovere la propria attività , servizi o prodotti.

Il social network è in grado di offrire una pubblicità  Pay per Click simile a quello usato da altri motori di ricerca come Google. In questo modo si ha la possibilità di creare una campagna, di dividerla per gruppi e indicare precisamente in target a cui rivolgersi.

Durante la creazione di un annuncio, è possibile indicare il budget a disposizione per ogni campagna, indicando un limite giornaliero oppure una somma totale da poter spendere. Inoltre, in base agli obiettivi da raggiungere, è possibile indicare uno scopo preciso per ogni annuncio, riuscendo così a massimizzarne l’effetto.

Oltre alla possibilità di promuovere un annuncio, Facebook ti permette anche di promuovere ogni evento che si organizza, offendo le stesse dinamiche di geo localizzazione o di target dell’audience. In questo modo anche questo tipo di inserzione potrà comparire nella sezione di notizie di ogni utente che rispecchia il target definito.

Utilizzando questi strumenti si riesce a raggiungere un gran numero di utenti che fanno parte del target definito, diventando così lo strumento di marketing più importante tra cui scegliere.

In quali occasioni la pubblicità su Facebook non funziona

Alcune volte capita che, nonostante si seguano alla perfezione tutti i passaggi sopraindicati, la pubblicità su Facebook non porta i risultati sperati. Ciò capita nel momento in cui molti imprenditori decidono anche di svolgere il lavoro di pubblicitari, preferendo di fare tutto da soli. L’errore più grande che questi commettono è quello di sovrastimare il target raggiungibile dai propri annunci, creandoli in modo da raggiungere un numero troppo vasto di utenti, sia indicando una fascia d’età compresa tra i 18 e i 79 anni che indicando tutta la nazione come target in grado di visualizzare le inserzioni.

Nel momento in cui su va a creare un annuncio, non ci si deve lasciar trasportare dalla voglia di raggiungere tutti, ma bisogna direzionarsi verso un target più preciso e puntare esclusivamente su quello, preferire l’area geografica in cui si svolge la propria attività e, al massimo, analizzare la concorrenza e creare degli annunci adatti ad ogni area geografica.

Inoltre, molto importante è anche il tempismo ossia il momento in cui si va a creare un determinato annuncio in grado di ottenere più click e condivisioni, in modo da riuscir a circoscrivere l’arco del tempo in cui l’annuncio riesce ad ottimizzare il budget nel migliore dei modi.

Inoltre, per aver successo, un post deve puntare anche sulla creatività fatta di testi e immagini accattivanti in grado di spingere l’utente a cliccare su ciò che ha davanti

About redazione@tgyou24.it

Avatar for redazione@tgyou24.it
Mi chiamo Marina è mi occupo di scrivere articoli in ottica Seo. Cerco sempre di rendere più chiaro possibile un argomento anche se pubblicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Non copiare, condividi !!